Fabri Fibra - Rap in guerra Lyrics

Writer(s) : GREGANTI, MARCO / TARDUCCI, FRANCESCO / TARDUCCI, FABRIZIO
Artist: Fabri Fibra Lyrics
Popularity : 72 users have visited this page.
Album: Track 1 on Tradimento
Rate: Rap In Guerra gets avg. rating 5.8 out of 10 based on 8 ratings. Rate the song now!!!

Se c'è una cosa che odio è il rap positivo
quando penso che esisto già mi nausea essere vivo
sono un morto apparentemente un maniaco depressivo
in me non c'è niente di umano specie quando scrivo
e quando arrivo è lo shock più grande
come quando ti fai donne è inizi a perdere sangue
ma non cambi mutande e non vuoi l assorbente
hai un padre che ammazza e sottorrava la gente
sai qui c'è un emittente che fa interviste in galera
perchè la gente è interessata che la cosa è più vera
quindi ammazzo di sera e poi di giorno sto apposto
come disse il professore che sedeva composto
mi sento strano è il male che non maghia
non sopporto me stesso e faccio mr simpatia
basta accusi il mio rap come fosse uno stupro in compagnia
vallo un pò a dire ai parenti della piccola Lucia

Il mio corpo è a terra ma non mi sposti da qui
mi servirà una barella ma non mi sposti da qui
ribalto le mie budelle ma non mi sposti da qui
finche il mio rap è in guerra

La stanza è questa un puzza che impesta
sta ragazza è per terra ma il corpo nudo e senza testa
i capelli sparsi le mie impronte sulle pareti
io mi nascondo mezzo nudo mentre piango tra i vetri
ma io non c'entro anche se
ed è una coincidenza la mia giacca in mezzo alle siepi
sarà un caso la mia fronte insanguinata macchiata
ma sta ragazza che mi sta accanto non l ho neanche toccata
mangio volgarità non dico mai la verità
ma cazzo froci culo figa ciao mamma ciao papà
qualcuno mi aiuti ho solamente un collasso
non posso ammazzarmi ho il balcone troppo basso
ma finche esisto brucerò ogni impianto
che piuttosto di calmarmi vado in cerca allo schianto
come il figlio (..)
benvunuti al mio drive in sono pazzo questo è quanto

Il mio corpo è a terra ma non mi sposti da qui
mi servirà una barella ma non mi sposti da qui
ribalto le mie budelle ma non mi sposti da qui
finche il mio rap è in guerra

e mica è un caso che racconto di Carletto Giuliani
o di altra gente scomparsa dall'oggi al domani
se ti immedesimassi in me capiresti i miei piani
non sono poi cosi diverso dai tanti italiani
che la mattina vanno in bagno con le palle dei cani
al posto degli occhi per un turno e uno stipendo da infami
in un sistema che è meglio se ne stiamo lontani
perchè è la coca che distrugge un grande come Pantani
mica la gente che c'è intorno e vuole show da marziani
tutti vogliono sapere dei miei testi insani
tutti vogliono vedere con che facci rimani
tutti vogliono allungare le mani..allungare le mani..allungare le mani


If you believe the lyrics are not correct you can Submit Corrections to us
Lyrics © Universal Music Publishing Group
Lyrics007 gets licensed to display lyrics and pay the lyrics writers through LyricFind. The most of song titles are calibrated according to wikipedia