4/3/1943 Lyrics

Lucio Dalla


album: Track 8 in album Storie di casa mia
release date: 1971
popularity : 0 users have visited this page.
length: 3:44
composer: Lucio Dalla
lyricist: Paola Pallottino


Dice che era un bell'uomo e veniva,
veniva dal mare
parlava un'altra lingua,
pero' sapeva amare
e quel giorno lui prese a mia madre
sopra un bel prato
l'ora piu' dolce prima di essere ammazzato
Cosi' lei resto' sola nella stanza,
la stanza sul porto
con l'unico vestito ogni giorno piu' corto
e benche' non sapesse il nome
e neppure il paese
mi aspetto' come un dono d'amore fin dal primo mese
Compiva 16 anni quel giorno la mia mamma
le strofe di taverna,
le canto' a ninna nanna
e stringendomi al petto che sapeva,
sapeva di mare
giocava a fare la donna con il bimbo da fasciare.
E forse fu per gioco o forse per amore
che mi volle chiamare come nostro Signore
Della sua breve vita e' il ricordo piu' grosso
e' tutto in questo nome
che io mi porto addosso
E ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' bambino
e ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' bambino
e ancora adesso che gioco a carte
e bevo vino
per la gente del porto
mi chiamo Gesu' Bambino

sponsored links

Track Listing

  • 1 Itaca
  • 2 Un uomo come me
  • 3 Il bambino di fumo
  • 4 Il colonnello
  • 5 Il gigante e la bambina
  • 6 La casa in riva al mare
  • 7 Per due innamorati
  • 8 4/3/1943
  • 9 Strade su strade
  • 10 L'ultima vanità
  • 11 Lucio dove vai