Artist: Pierangelo Bertoli
Song Title: Filastrocca a motore
Poi l'auto fu spinta per l'ultimo tratto di strada da fare
rimase l? ferma e quelli che sanno la vanno a guardare.
Un tempo lontano aveva portato schiavisti e gerarchi,
poi nella vecchiaia restava a giocare coi bimbi nei parchi.
Nessuno la odiava ma in fondo le stavano tutti alla larga,
poi fu trasformata e vecchia rimase soltanto la targa.

La usarono ancora,la misero a vendere stoffe ai mercati,
sal? sopra i monti and? dentro ai fiumi, viaggi? in mezzo ai prati.
Poi perse dei pezzi
qualcuno aggiust? quello che si poteva
cambi? ancora mano e giunse in citt?
che la neve cadeva.
Il nuovo padrone la andava a trovare e poi la puliva,
oliava il motore,
a volte l'avviava,
ma non ci saliva.

A volte ? importante sapere che conti, che vali qualcosa
ma essere niente
? come un marito a cui manca la sposa.
E l'auto soffriva,ma tutti pensavano fosse contenta
del resto capire ? un fatto difficile e a volte spaventa.
Cos? chi guardava pensava che ? comodo stare in pensione,
godere il riposo e farsi servire da tante persone.

Il tempo passava, scomparve l'inverno, torn? primavera
e poi un mattino la misero in moto andando alla fiera:
E in mezzo alle altre,
cos? tra i rottami del tempo gi? usato,
fu preda all'angoscia e desider? d'esser morta in passato.
A sera tornando un camion sband? la invest? sul davanti
strapp? quasi tutto,
fu il vecchio chassis che salv? gli occupanti.

E mentre moriva
schiacciata dal peso di quella motrice
sul nastro d'asfalto
allora scopr?
d'esser quasi felice.

(Grazie a Pin per questo testo)

From http://www.lyrics007.com